I benefici della camminata: passeggiare fa bene alla salute

0
560

Passeggiare fa bene: sono almeno cinque i benefici scientificamente provati della camminata. Ideale a tutte le età, spesso anche quando la salute non è ottimale.

Innanzitutto, camminare porta ad uscire di casa e quindi a respirare un’aria diversa rispetto a quella presente all’interno degli edifici che può essere potenzialmente dannosa: fumo di sigaretta, polveri, ma anche antiparassitari, fibra di lana sintetica, gli ossidi di zolfo dei radiatori a cherosene e gli inquinanti biologici come muffe.
Meglio, perciò, prendere un bel respiro lontano da casa.

L’esposizione alla luce solare consente, poi, di fare il pieno di Vitamina D, fondamentale per il buon funzionamento dell’organismo umano in quanto protegge le ossa, allontanando il rischio di osteoporosi, ma soprattutto riduce l’incidenza delle malattie cronico degenerative.
La luce naturale, inoltre, aiuta i nostri occhi, sempre più spesso soggetti a luce artificiale che affatica la vista e mette a rischio di piccoli e grandi fastidi.

Camminare, inoltre, fa bene, ma fa anche stare bene in quanto aiuta a dormire meglio, contribuendo al rispetto del regolare ciclo della veglia e del sonno, e crea anche un benessere psicologico perché incrementa i livelli di serotonina, il cosiddetto ormone della felicità.

All’attività fisica è bene accompagnare un’alimentazione ricca di fibre e prodotti naturali: nella sezione benessere de IlBlogos.it troverai approfondimenti sul tè nero (leggi qui) e sugli esercizi salutari mentre per approfondire meglio la tua conoscenza dei prodotti naturali come l’Alga Spirulina leggi anche qui.