Il business del matrimonio e degli abiti da sposa in Italia

0
112

Il business degli abiti da sposa in Italia non sta affatto vivendo un momento di crisi, anzi: questo settore sta vivendo una fase di profondo cambiamento, che investe sia il tipo di abito che si cerca, sia l’esperienza del suo acquisto. Oltre agli italiani, ovviamente, ci sono sempre più stranieri che decidono di pronunciare il fatidico “Sì” in Italia. La regione preferita è la Toscana per un business da 440 milioni.

La tendenza delle neo spose è sempre più quella che porta verso abiti ed esperienze di shopping il meno seriali possibile.
Ovviamente non possiamo comunque fare a meno di constatare che in un Paese come l’Italia nel quale ci si sposa sempre di meno, il mercato dell’abito da sposa e da cerimonia vale 600 milioni di euro, secondo le ultime stime. È stato calcolato, infatti, che in media vengono spesi dai 1.400 euro nella grande distribuzione ai 3.000 e oltre per un abito da sposa confezionato in boutique: cifre che salgono in mercati particolarmente attenti al tema dei matrimoni come nel sud Italia.

Ma sempre più di frequente, nell’ultimo periodo, le neo spose vanno anche alla ricerca di abiti più particolari e fanno attenzione al materiale utilizzato. Infatti, ormai sono davvero tanti i marchi e gli stilisti che creano linee di abiti per la sposa costituiti da fibre naturali, come seta, canapa, lino, bambu, fibra di banana e cotone bio, lavorati artigianalmente in loco e rispettosi dell’ambiente al 100%.

Senza contare che, le giovani sposine, sempre più spesso decidono di acquistare il proprio abito online: anche questo un settore in netta crescita ed espansione. Basti pensare che nel 2017 negli Stati Uniti le vendite di abiti da sposa sul web sono ammontate a 329 milioni di dollari, il 13% del giro d’affari totale delle nozze organizzate online, pari a 8,5 miliardi di dollari.
Come in molti campi, ormai, i social, con Pinterest ed Instagram in testa, stanno sostituendo progressivamente i negozi fisici nella selezione degli stili preferiti. Questo soprattutto grazie alle spose della generazione Millennials, che si sposano sempre più di rado e con budget più ridotti.

Proprio per la presenza di budget sempre più ridotti, sta prendendo piede anche un’altra tendenza: quella del noleggio dell’abito dei sogni. Anche se, c’è da specificare, che la scelta ricade più sugli abiti da cerimonia che sull’abito da sposa vero e proprio.

Inoltre, sempre per carenza di budget, anche per quanto riguarda ciò che ruota attorno al matrimonio come, ad esempio, il bouquet oppure le bomboniere, sempre più spesso i novelli sposi optano per il fai da te. Soprattutto per quanto riguarda le bomboniere esistono numerose pagine web che suggeriscono come confezionare sacchettini o scatoline particolari.