Nintendo Switch: tutte le caratteristiche della nuova console

0
123

La Nintendo Switch è una console portatile, ma questa è soltanto una delle tante caratteristiche: scopriamo insieme tutte le altre.

La Nintendo Switch è condensata in un piccolo e potente tablet ma, all’occasione, può essere inserito in un dock per giocare sfruttando i più ampi schermi TV.
Una grande attenzione è stata riservata ai JoyCon, i due sistemi di controllo rimovibili dalla console ed indipendenti, capaci di adattarsi a diverse esperienze e stili di gioco.

Per quanto riguarda il design, la console è davvero minimale, squadrata ma con angoli arrotondati. Sul retro sono collocati due altoparlanti stereo, mentre le ventole si trovano sul bordo superiore del tablet, unico sistema di raffreddamento della console anche quando è inserita nel dock.
Sul bordo posteriore del tablet sono collocati anche il jack audio da 3.5mm, il bilanciere del volume, il pulsante di accensione/spegnimento e lo slot per inserire le cartucce dei giochi, la cui protezione in morbida gomma aderisce perfettamente e si apre con estrema facilità.
Sul bordo inferiore, invece, è collocata la porta USB-C, che può essere usata per collegare la console al dock o all’alimentatore.

Per quanto riguarda l’hardwareNintendo Switch è basato su SoC Nvidia Tegra X1. La parte relativa alla CPU ha quattro core ARM A57 da 1,02GHz, mentre il clock della GPU è variabile. Parte da 768MHz in modalità dock e va ancora più giù, a 307.2MHz, usandola come console portatile. Comunque sia, Nintendo garantisce che il SoC sia in grado di spingere i giochi sino a 1080p quando connessa al TV e fino a 720p in mobilità. Il quantitativo di memoria RAM è pari a 4 GB ed è di tipo LPDDR4 di Samsung, risultando superiore alla maggior parte dei tablet in commercio ma ben distante, per capacità e velocità, dagli 8 GB GDRR5 di PlayStation 4.
Per quanto riguarda la memoria interna, invece, è costituita da un unico banco eMMC NAND da 32 GB di Toshiba. La capacità è facilmente espandibile con schede microSD fino a 2 TB. La connettività Wi-Fi 802.11 ac e quella Bluetooth 4.1 sono gestite da un chip Broadcom.

Per quanto riguarda, invece, i JoyCon questi si trovano in gusci di plastica morbida, quasi gommata, all’interno dei quali sono stati inseriti l’accelerometro, il giroscopio, una batteria da 1.9 Wh e il motore per l’HD Rumble. Nintendo ha dotato i due JoyCon dello stesso numero di pulsanti, così si possono usare come controller indipendenti per i giochi in cooperativa o in competitivo, senza svantaggiare nessuno.
Chi desiderasse un’esperienza di gioco più tradizionale può attaccare i due controller al JoyCon Grip, presente nella confezione, per usarli a mo’ di un classico joypad.