Saldi invernali 2018: le date di inizio e fine saldi per ogni regione

0
288

I saldi invernali 2018 stanno per avere inizio. Infatti, dopo le feste natalizie parte il countdown per le vendite a prezzi scontati nel settore commerciale dell’abbigliamento.
Per alcuni, come ad esempio in Basilicata, i saldi invernali del 2018 sono già iniziati, mentre la maggior parte degli italiani dovrà aspettare venerdì 5 gennaio.
Solo in Campania l’attesa sarà più lunga: per loro i saldi avranno inizio sabato 6 gennaio. Invece, le date della fine dei saldi saranno molto diverse a seconda della regione di appartenenza: in Trentino finiranno già il 16 febbraio, in Campania avranno tempo fino al 2 aprile. Nella maggior parte dei casi, comunque, sarà possibile fare acquisti a prezzi scontati fino alla fine di febbraio o l’inizio di marzo.

Se, invece, proprio non riuscite a resistere fino all’inizio dei saldi, oppure odiate lo shopping tradizionale dei negozi e centri commerciali, dovete sapere che anche molti siti di e-commerce aderiscono al periodo di promozioni: in particolare Amazon fa sconti sull’abbigliamento fino al 50 per cento, fino al 28 febbraio.

Ecco le date di inizio e di fine dei saldi invernali, regione per regione

  • Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo
  • Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo
  • Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio
  • Campania: 5 gennaio – 2 aprile
  • Emilia-Romagna: 5 gennaio – 5 marzo
  • Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo
  • Lazio: 5 gennaio 2018 – 28 febbraio
  • Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio
  • Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo
  • Marche: 5 gennaio – 1 marzo
  • Molise: 5 gennaio – 5 marzo
  • Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio
  • Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio
  • Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo
  • Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo
  • Toscana: 5 gennaio – 5 marzo
  • Umbria: 5 gennaio – 5 marzo
  • Valle d’Aosta: 3 gennaio – 31 marzo
  • Veneto: 5 gennaio – 31 marzo
  • Trentino-Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio

Stando a quanto riferito dal Codacons, però, i saldi invernali 2018 dovrebbero avere poco successo: l’associazione avrebbe messo in dubbio la convenienza di fissare la data di avvio dei saldi dopo le feste (e non prima). Secondo il Codacons, infatti, le vendite durante i saldi faranno registrare una contrazione dal momento che la maggior parte delle famiglie non prevede di effettuare grandi acquisti durante gli sconti né, quantomeno, dedicheranno budget importanti di spesa ai saldi: sembra che solo il 40% degli italiani abbia intenzione di approfittare delle vendite di fine stagione per fare qualche acquisto nei negozi.

Ma per coloro che, invece, vorranno approfittare dei saldi, quali consigli possiamo dare per evitare le fregature?
Innanzitutto, fate sempre attenzione all’esposizione chiara ed inequivocabile del prezzo originale, al quale deve essere accompagnata la percentuale di sconto e al prezzo scontato.
Inoltre le merci in saldo devono essere tenute in una zona diversa del negozio rispetto a quelle non in saldo, in modo che queste non vengano confuse.