Dentifricio con carbone attivo: come funziona e quali sono i suoi vantaggi per i denti

871

L’igiene orale è uno dei principali fattori che bisogna rispettare quotidianamente per quanto riguarda la propria salute. Il benessere del corpo dipende soprattutto dallo stato della propria bocca e di conseguenza bisognerà effettuare la giusta igiene orale. Tra questi la pulizia dei denti, azione da svolgere sempre dopo aver consumato un pasto, che sia abbondante o meno. Nell’ultimo periodo per la pulizia dentale sta spopolando sempre di più il dentifricio con carbone attivo.

Il dentifricio al carbone attivo: cos’è e come funziona

Il carbone attivo non è nient’altro che una polvere ottenuta dalla combustione dei legnami e dei suoi cascami. Viene anche chiamato carbone vegetale. Molti dentifrici in commercio al loro interno presentano delle tracce di carbone attivo nero. Il prodotto si presenta come una pasta (in molti casi si applica direttamente in polvere) ovviamente di colore nero. Le sue principali funzioni avvengono per via di una reazione non chimica ma bensì meccanica. Applicarlo non è poi così difficile, anche perché risulterà essere come un normale dentifricio.

Il consiglio è quello di utilizzare uno spazzolino solo ed esclusivamente per questo tipo di prodotto, senza “mischiarlo” con il normale dentifricio. I movimenti da effettuare durante la pulizia dei vostri denti sono i “classici”, ovvero quelli circolari e verticali. Bisognerà spazzolare per circa tre minuti prima di compiere un abbondante risciacquo.

I vantaggi del dentifricio al carbone attivo

Uno degli enormi vantaggi del suo utilizzo è senza ombra di dubbio quello derivante dalla rimozione di placca, tartaro e altre sostanze che rovinano e intaccano il bianco naturale dei denti. Proprio per questo motivo il dentifricio al carbone attivo viene utilizzato soprattutto per sbiancare i denti nel giro del breve periodo. La sua capacità è quella di riuscire ad assorbire tutti i microbi e le sostanze che si creano all’interno della nostra bocca. Utilizzare questo tipo di dentifricio inoltre è la soluzione più veloce, naturale e non aggressiva per sbiancare i propri denti

Bisogna però stare attenti perché non bisogna usare questa tipologia di prodotto nel lungo periodo. Il problema è che con il passare del tempo essi rovinano lo smalto dei denti, facendo emergere sia la patina di colore giallognolo sia rovinando la loro resistenza.

La scelta del giusto dentifricio con carbone attivo non è poi tanto difficile. Basterà recarsi in qualche erboristeria/farmacia. Tra i più consigliati troviamo quelli che al loro interno posseggono anche il calcio, molto importante per rafforzare i denti.