Registratore di cassa: quali sono le caratteristiche che non possono mancare

16

Il registratore di cassa è un elemento fondamentale che non deve mai mancare all’interno della propria attività commerciale. Molte volte però il dubbio è quale delle tante tipologie acquistare ma soprattutto quali siano le sue caratteristiche che non possono certamente mancare.

Il primo elemento imprescindibile è quello che deve trattarsi di un registratore di cassa fiscale. Questo perché la vendita di merci/prodotti comporta il rilascio dello scontrino fiscale. In mancanza del suo rilascio si possono avere dei grossi problemi al primo controllo della Guardia di Finanza.

A seconda del tipo di negozio si potrà scegliere tra un registratore di cassa manuale ed uno a cui collegare il lettore a codice a barre.  Il primo si può utilizzare se si ha un piccolo negozio (solitamente usato nei piccoli paesi) in quanto l’inserimento del prezzo dovrà essere digitato manualmente. Al giorno d’oggi anche questi registratori di cassa sono dotati di un touch-screen. Nelle attività più grandi invece il registratore di cassa è sempre associato al lettore a codice a barre, in modo tale che il prodotto venduto venga passato sopra ed il tutto venga registrato in maniera autonoma. Inoltre a questi registratori si possono un POS (dispositivo per pagamenti elettronici) ed un computer per monitorare la situazione del negozio. Con questo metodo potrete tenere sotto controllo non solo che tipo di merce state vedendo ma anche la vostra giacenza in magazzino. Alcuni nuovi modelli danno la possibilità di inserire una chiavetta USB per trasferire tutti i vostri dati.

Nelle grandi catene il registratore di cassa ideale è quello a cui si può installare senza problemi un programma di gestione del magazzino. Con questo software si potranno gestire senza grossi problemi tutti gli aspetti del negozio, partendo dalle singole vendite, ai metodi di pagamento, al nome del cliente che ha acquistato la merce.

Quanto costa un registratore di cassa?

Per quanto riguarda invece la spesa da effettuare il minimo, ovvero un registratore di cassa manuale, si aggira intorno ai 200€. Si possono trovare anche dei modelli a costi inferiori ma quelli solitamente non sono omologati per quanto riguarda il profilo fiscale. La spesa media invece per avere un registratore all’avanguardia con quasi tutte le funzionalità è di circa 700-900 euro.

In linea di massima, riassumendo il tutto, il registratore di cassa deve avere tre caratteristiche. Deve semplificare la vendita (contenendo tutte le informazioni necessarie), essere un ottimo gestore del magazzino (tiene sempre aggiornato la situazione generale) e sintetizzare le informazioni (nelle varie categorie dell’attività).