E’ nata una nuova figura professionale: chi è il Travel Designer?

3810

Il Travel Designer, che letteralmente significa “designer di viaggio”, non è un agente di viaggio né un operatore turistico. Ma allora, chi è?

Il Travel Designer è una nuova figura professionale il quale ha come scopo quello di assecondare i cambiamenti avvenuti nell’ambito del mercato del turismo e le nuove esigenze dei clienti, che sono sempre più turisti, anche se occasionali.
Lo scopo del Travel Designer è quello di offrire in modo tecnico e sartoriale la sua consulenza in modo tale da riuscire a trovare l’offerta di viaggio più conveniente, creando un itinerario su misura dei gusti del cliente ed evitando spiacevoli sorprese.

Si tratta in primo luogo di una persona che ama viaggiare, ma è anche un consulente.
In sostanza, la sua mansione è quella di organizzare viaggi per altri: cosa che non sarebbe possibile senza aver prima viaggiato e conosciuto i luoghi in prima persona. A completare questa nuova figura professionale vi sono poi le immancabili competenze tecniche legate al mondo del turismo: dunque tutte quelle problematiche che fanno riferimento ai vettori aerei ed a tutte le tutele legali da offrire al cliente.

Ma quali sono le caratteristiche essenziali per poter diventare un Travel Designer? Alla base di questa nuova figura professionale vi sono sicuramente la curiosità e la voglia di viaggiare: questi costituiscono i requisiti base. A questi si devono aggiungere la conoscenza approfondita delle lingue straniere, della storia e dell’architettura. E’ importante anche avere una buona conoscenza di marketing ed enterteinment oltre che un buon utilizzo di pc (in particolare dei pacchetti e dei programmi dedicati) e della macchina fotografica (non a caso molti Travel Designers hanno frequentato corsi base di fotografia).

Il Travel Designer, dunque, si occupa principalmente di scoprire luoghi e servizi relativi all’ambito del turismo e, più nel dettaglio, le sue mansioni sono suddivisibili in

  • ricerca di laboratorio – consiste in una prima selezione di città, strutture e servizi;
  • ricerca esplorativa – in questa fase entra in contatto con le strutture ed i nativi della zona selezionata e sperimenta in prima persona il viaggio che sta proponendo;
  • conoscenza approfondita delle nuove tendenze e delle preferenze dei propri possibili clienti in fatto di viaggi e di mercato del turismo;
  • gestione continua dei rapporti con le strutture, i vettori aerei e le compagnie assicurative;
  • gestione e cura dei propri canali social e del proprio sito per mantenere alto l’engagement con gli utenti;
  • gestione e aggiornamento costante del canale “youtube” all’interno del quale si impegna a caricare i video dei propri viaggi (travel blog);
  • collaborazione con altri professionisti del settore per fornire un’offerta sempre più esclusiva e specializzata.