Alcuni rimedi naturali per combattere l’influenza ed i malanni di stagione

275

Quando arrivano raffreddore, febbre, dolori osteoarticolari, mal di gola, mal di testa, spossatezza, insomma, l’influenza, possiamo ricorrere ad alcuni rimedi naturali per non soffrire troppo, finché il corpo avrà la meglio sull’infezione.

Il più diffuso e semplice rimedio della nonna è quello del latte caldo: una tazza di latte molto caldo, possibilmente scremato, magari con l’aggiunta di uno o due cucchiai di miele, meglio se d’eucalipto, date le sue proprietà balsamiche. Il calore del latte corrobora l’organismo, mentre il miele unisce alle naturali doti antibatteriche il sostentamento necessario per aiutare il corpo a combattere virus e batteri.

Un altro dei rimedi naturali per il raffreddore più antichi ed efficaci sono i suffumigi, ovvero l’inalazione di vapore acqueo, anche in questo caso meglio se arricchito da essenze balsamiche. L’operazione è molto semplice, basterà mettere sul fuoco una pentola con un po’ d’acqua, e quando comincia a bollire aggiungere un filtro di camomilla o un cucchiaino di timo, oppure tutti e due. A questo punto non si deve fare altro che respirare a fondo i fumi che si sprigionano dal liquido caldo per una decina di minuti, possibilmente tentando di tenere la testa coperta da un asciugamano per non disperdere le sostanze volatili. L’umidità data da questo vapore fluidifica il muco che ostruisce le vie respiratorie, mentre le essenze della camomilla e del timo leniscono l’irritazione delle mucose.

Nel caso in cui siate colpiti da un fastidioso mal di gola potreste fare degli sciacqui con un’emulsione ottenuta mescolando acqua tiepida, succo di limone e miele. Infatti, limone ha proprietà antibatteriche, mentre il miele ha effetto lenitivo sulle mucose irritate, dando un sollievo immediato.

Tra i rimedi naturali per combattere la febbre ce n’è uno particolarmente utile. Bisogna tenere presente che se la temperatura supera i trentotto gradi è possibile assumere degli antipiretici, seguendo le indicazioni del medico. Ma se la temperatura è solo lievemente alterata si può controllare con un fazzoletto di stoffa o un piccolo asciugamano, bagnato con una soluzione di acqua fresca e aceto, strizzato e posizionato su fronte, polsi e incavo dei gomiti.
Grazie a questo antico trucco, la temperatura corporea scenderà quel tanto che basta a dare sollievo.

Un’altra cosa molto utile da fare è quella di assumere molti liquidi: acqua naturale a temperatura ambiente, tisane, camomilla, tè leggero o meglio deteinato. In particolar modo se in presenza di febbre, l’organismo avrà bisogno di mantenersi ben idratato per continuare a svolgere al meglio le sue funzioni. La cosa migliore da fare è quella di bere spesso piccole quantità di liquidi non zuccherati.