Come spendere meno per luce e gas?

313

 

Sono purtroppo tanti gli italiani che ogni bimestre si trovano con bollette della luce e del gas particolarmente elevate. Oggi i modi per risparmiare ci sono, e sono anche numerosi. L’importante sta nel fare attenzione ai consumi e nello scegliere un gestore che ci proponga delle tariffe sufficientemente basse.

La quota energia
Quando si legge la bolletta della luce e del gas spesso non si riesce a capire quanto effettivamente si sta spendendo, perché le voci sono molteplici. Conviene quindi ricordare che l’unica parte della bolletta su cui possiamo agire è la cosiddetta “quota energia”. Stiamo parlando dell’effettivo costo della materia prima, intesa come gas o energia elettrica. Meno consumiamo e minore sarà il costo addebitato per la quota energia; chi possiede un contatore di nuova generazione poi non dovrà preoccuparsi di nulla, il minore consumo sarà subito verificato dalla compagnia di gestione. Tutto il resto delle spese, che di solito ammontano a circa il 40% della cifra totale, riguardano accise, tasse di vario genere e costi per far giungere il gas e l’energia elettrica fino a casa nostra. Queste sono, per certi versi, quote fisse; in alcuni casi sono applicate in misura percentuale rispetto al consumo, quindi al diminuire di quello diminuiscono anche esse.

Scegliere la tariffa migliore
Il modo migliore per spendere meno per luce e gas consiste nel cercare un fornitore che ci proponga tariffe più basse. Sembra logico, ma non lo è, visto che moltissimi italiani non sanno quanto spendono per luce e gas e non si sono mai interessati di verificare se ci sono opportunità diverse, migliori o peggiori che siano. Per verificare le tariffe basta accedere al sito di wewiki luce e gas, la compagnia che propone tariffe particolarmente vantaggiose, oltre a numerosi servizi interessanti, che consentono di consumare in modo consapevole. Per cambiare gestore è sufficiente avere a disposizione una bolletta, che non abbia più di tre mesi, sulla quale è presente il numero della fornitura, detto anche codice fornitura. Si tratta di un numero che identifica direttamente la nostra utenza, averlo consente di modificarla senza problemi di sorta.

Consumare meno per spendere meno
Un altro buon modo per abbassare il costo delle bollette di luce e gas consiste nel consumare meno. Per farlo esistono diversi modi, a partire dalla ristrutturazione della casa o dall’acquisto di nuovi elettrodomestici e impianti. Per questo tipo di lavori da svolgere in casa è possibile anche ottenere degli incentivi, pari al 50% della cifra totale spesa per gli interventi. Stiamo quindi parlando di un vero e proprio investimento, che permette di limitare gli sprechi di energia, causati dai numerosi scambi con l’ambiente che un’abitazione non ben coibentata purtroppo ha. Oltre a questo possiamo anche diventare dei consumatori consapevoli; Diversi comportamenti infatti portano ad aumentare a dismisura i consumi di gas e luce. Ad esempio lasciare il frigorifero aperto a lungo, oppure utilizzare gli elettrodomestici, come lavatrice o lavastoviglie, quando non sono ancora colmi. Anche l’utilizzo dell’impianto di riscaldamento può divenire meno oneroso, basta avere a disposizione un termostato intelligente, che consente di limitare gli sprechi.