Cos’è il padel e come si gioca allo sport del momento adatto a tutti

329

Sono rimasti ormai in pochi a chiedersi ancora cos’è il padel dal momento che questo sport è sempre più conosciuto e praticato.

Infatti, nel nostro Paese, il padel è una vera e propria realtà che lentamente sta prendendo piede e si sta consolidando in tutte le regioni con una crescita esponenziale del numero dei campi da gioco e dei praticanti.
Ma quali sono le regole del padel?

Regole del padel

Le regole del padel sono simili a quelle del tennis, dal momento che questa disciplina deriva proprio dal tennis.
Il campo da gioco misura 20×10 metri ed è diviso da una rete alta 88 centimetri. A differenza del tennis, il campo del padel è circondato da pareti le quali garantiscono il rimbalzo della palla e rappresentano una parte integrante del campo stesso.
Ma come si gioca a padel? Un’altra differenza rispetto al tennis sta nel fatto che il padel è nato come gioco di coppia e non è previsto che si possa giocare singolarmente.
Per quanto riguarda il punteggio nel padel, questo segue le regole del tennis così come nell’alternanza alla battuta. Anche in questo caso, l’obiettivo del gioco sta nel vincere due set su tre.
Tra le varie regole del padel che riprendono quelle del tennis vi è il fatto che anche qui la pallina non deve rimbalzare due volte sul terreno. A fare la differenza, però, è la presenza delle pareti le quali cambiano radicalmente la strategia di gioco fatta di numerosi colpi al volo e la certezza che non sempre un colpo potente possa essere la miglior soluzione per il conseguimento dei punti.

Come si gioca a padel?

Al contrario di quello che si è purtroppo spesso portati a pensare, il padel non è uno sport prevalente maschile: al contrario, vi è un certo equilibrio tra le donne e gli uomini che si sono avvicinati a questa disciplina.
Non tutti, poi, arrivano al padel dall’esperienza del tennis. Certo, per alcune cose può aiutare, ma i movimenti delle due discipline sono molto diversi. Ecco quindi spiegato il motivo per cui non può essere considerato un limite il fatto di non aver mai preso una racchetta in mano, anche perché la curva di apprendimento della disciplina è davvero molto corta ed è possibile ottenere subito buoni risultati e soddisfazioni se si inizia a giocare con persone del proprio livello.

Come abbiamo detto, il padel nasce come uno sport da giocare in coppia. Dunque, nelle regole del padel è prevista la presenza di quattro persone sul campo, due per squadra.
Inoltre, come già accennato, a fare la differenza rispetto al tennis è la presenza delle pareti che fanno parte dell’area di gioco. Dunque, se la palla, dopo aver toccato a terra, rimbalza sulla parete avversaria questa rimane giocabile fino a quando non cade definitivamente.

Inoltre, la pallina non può toccare direttamente né le pareti avversarie, né la maglia metallica e non può rimbalzare due volte sul pavimento. Nel caso in cui tutto questo avvenisse, nelle regole del punteggio del padel è previsto che il punto vada all’avversario. Dunque, la sfera di gioco può essere colpita al volo in maniera diretta o dopo il rimbalzo dalla propria parete.

Inoltre, entrambi i giocatori appartenenti alla stessa squadra non possono colpire la palla nello stesso momento e non possono toccarla più di una volta nella risposta. nel caso in cui la palla colpisca il corpo di un avversario verrà chiamato il fallo dal momento che la pallina può toccare soltanto il campo, la racchetta e le pareti.