Sintomi influenza, come combatterla anche con rimedi naturali

41

L’influenza è in genere caratterizzata dalla contemporanea presenza di alcuni sintomi chiave che la rendono facilmente riconoscibile. Questi sono generalmente febbre alta che compare improvvisamente, almeno un sintomo respiratorio (tosse, mal di gola, naso chiuso, …), almeno un sintomo sistemico (senso di ossa rotte, dolori muscolari, mal di testa, …).

Infatti, l’influenza è una malattia respiratoria contagiosa, causata da un virus influenzale, che nel nostro Paese si manifesta annualmente nei mesi freddi, benché siano possibili episodi occasionali anche al di fuori dei mesi invernali.

I sintomi caratteristici dell’influenza 2019-2020 saranno presumibilmente gli stessi delle stagioni passate:

  • febbre alta ad esordio improvviso,
  • tosse secca e stizzosa,
  • mal di testa,
  • stanchezza e debolezza,
  • brividi,
  • dolori muscolari e articolari,
  • dolori addominali,
  • diarrea, nausea e vomito (soprattutto nei bambini),
  • mal di gola,
  • naso congestionato e starnuti,
  • perdita di appetito,
  • difficoltà a dormire.

Per quanto riguarda il tempo d’incubazione dell’influenza 2019, ovvero il periodo che intercorre tra il contagio e le prime manifestazioni, è variabile da uno a quattro giorni.
Il miglior modo per prevenire il virus influenzale è il vaccino antinfluenzale, anche se è bene chiarire che protegge solo e soltanto dal virus influenzale (quello “pericoloso”) e non dai numerosi virus para-influenzali (quelli solo “fastidiosi”) responsabili delle numerosi sindromi da raffreddamento che si verificano durante l’inverno. In Italia è gratuito per le fasce di popolazione che sono considerate a rischio:

  • soggetti con 65 anni o più,
  • pazienti a rischio per motivi di salute (per esempio per malattie croniche come diabete, malattie immunitarie, cardiovascolari, respiratorie, …),
  • operatori sanitari a contatto diretto con pazienti a più alto rischio di acquisizione/trasmissione dell’infezione,
  • donne in gravidanza (a prescindere dal trimestre).

La necessità di ricorrere alla protezione offerta dal vaccino per le categorie di pazienti a rischio è legata alle possibili complicazioni, che soprattutto in questi soggetti possono in alcuni casi rivelarsi anche fatali.

Rimedi per i sintomi dell’influenza

Farmaci

I sintomi dell’influenza possono essere curati con o senza farmaci. I medicinali da banco possono alleviare alcuni sintomi della malattia, ma non rendono il paziente meno contagioso. Il medico può prescrivere gli antivirali per alleviare i sintomi e prevenire le complicazioni gravi; possono inoltre essere prescritti gli antibiotici, se la patologia progredisce e si trasforma in infezione batterica.

Rimedi naturali contro i sintomi dell’influenza

Si possono curare i sintomi dell’influenza anche senza dover ricorrere all’uso dei farmaci. Basta seguire alcuni semplici consigli:

  • riposatevi molto,
  • assumete liquidi in quantità per prevenire la disidratazione. Vanno bene l’acqua, il brodo, le bevande con integratori salini,
  • mettete una asciugamano freddo e umido sulla fronte, le braccia e le gambe, per prevenire il malessere connesso alla febbre,
  • mettete un umidificatore nella vostra camera per respirare meglio,
  • fate i gargarismi con acqua salata (una parte di acqua tiepida e una di sale) per alleviare il mal di gola,
  • copritevi con una coperta calda per calmare i brividi.

Infine, è possibile fare ricorso ai rimedi naturali che si possono trovare in erboristeria.
Infatti, se assunta non appena compaiono le prime manifestazioni, l’Echinacea può ridurre l’intensità e la durata dei sintomi influenzali. Tra gli altri rimedi naturali, da assumere sotto forma di compresse, tisane o decotti, rientrano zenzero, chiretta verde, rosa canina, idraste, anice, liquirizia, malva, poligala virginiana e olmo rosso.