Lo spray nasale: come scegliere quello più adatto al vostro caso

1069

Manca ormai poco all’arrivo del mese di dicembre, e con esso si sa, arrivano molto spesso anche le prime vere influenze. Solitamente in inverno si ha il picco dei raffreddori e nella maggior parte dei casi non si riesce mai a liberarsene subito. Basta un semplice colpo d’aria quando si va a fare una passeggiata in famiglia, una finestra aperta che genera corrente, che subito si becca qualche “malanno” e si è quasi costretti a rimanere a casa. Far passare l’influenza nel breve tempo non è quasi mai possibile, però ci sono delle soluzioni che potrebbero aiutarvi a stare meglio e farvi sentire più “liberi”. Tra queste troviamo lo spray nasale, uno dei metodi più efficienti per questo problema.

Gli spray decongestionanti che vengono utilizzati per il semplice raffreddore non devono però diventare troppo abitudinari. Per questo motivo si raccomanda di usare lo spray nasale per massimo 5 giorni, cercando di non abusarne durante l’arco della giornata. Dopo l’applicazione è sconsigliato inspirare forzatamente (errore molto comune) in quanto rischiate di mandare il prodotto in gola rendendo vano tutte le sue proprietà. Il consiglio è quello di respirare normalmente.

Esistono però varie tipologie di spray nasale, che ovviamente cambiano a seconda dei vostri problemi. Quando si vuole prevenire il raffreddore o comunque altri malesseri legati alla stagione il consiglio è quello di tenere libere le vie respiratorie. A tal proposito si trovano degli spray nasali appositi per effettuare la c.d doccia nasale. Questi spray sono composti da una miscela di sali minerali ed acqua che vi libererà da eventuali secrezioni.

La doccia nasale micronizzata invece è consigliata quando si hanno dei problemi legati alla rinite ed allergie varie. In questo caso parliamo di uno strumento che viene collegato all’aerosol per liberare le vostre vie nasali. Per le forme di allergie più leggere però si possono trovare dei delicati spray nasali che vi aiuteranno con la respirazione.
Se il problema di respirazione persiste nonostante la doccia nasale allora si tratta di un’infiammazione più seria ed in questo caso bisognerà utilizzare l’aerosol.

Rimedio annuale: quando lo spray può essere utile per tutto l’anno

La doccia nasale, che si può tranquillamente effettuare tutto l’anno, è inoltre molto importante per l’umidità delle proprie mucose. In alcuni periodi potreste accorgervi di avere le narici secche, e ciò solitamente accade quando si ha del muco. In questo caso la doccia nasale vi aiuterà a mantenere le mucose umide anche in presenza di muco. La doccia nasale “annuale” inoltre vi aiuterò in caso di rinite acute, diminuendo drasticamente la durata dell’infezione ed evitando che si trasformi in una rinite acute.